Ultima modifica: 17 marzo 2016

Castello di Castrum Coeli

rocca_castrocielo_01Secondo la tradizione, nell’VIII secolo alcuni profughi della città di Aquino, distrutta dai Longobardi, trovarono riparo sulla cima dell’inospitale monte Asprano, dove due decenni dopo i Gastaldi d’Aquino eressero l’Antico Castello di Castrum Coeli.

La costruzione del maniero, intendeva fronteggiare le minacce espansionistiche dell’Abbazia di Montecassino,  artefice dell’insediamento fortificato del vicino Castello di Roccasecca.

Nel corso degli anni il Castello fu più volte restaurato, fortificato e persino ceduto proprio all’Abbazia, ma restò di fatto abitato ininterrottamente fino al XV secolo, quando gli abitanti rimasti scelsero di scendere a valle in cerca di un luogo più ospitale.

rocca_castrocielo_02Dell’imponente castello che sovrastava la valle, rimangono oggi soltanto il mastio e alcuni tratti della rocca con poche torri; tra queste spicca a nord quella rivolta in direzione di Roccasecca.

Le Rovine del Castello, recentemente restaurato, fanno da cornice ad un magnifico parco naturalistico-medievale che abbraccia l’intera valle fra il Monte Cairo e gli Aurunci in lontananza, incontrando nel mezzo una campagna ancora a tratti selvaggia e affascinante.